Antiquarium

L’Antiquarium comunale di Corciano è situato in bella posizione al margine occidentale della città, subito fuori la poderosa cinta muraria quattrocentesca. Aperto nel 2009, è organizzato in tre sezioni. 

In quella paleontologica è possibile ammirare i resti fossili di ammoniti mesozoici recuperati in località Migiana (Giurassico inferiore) e quelli di mammiferi quaternari rinvenuti in località Ellera (Pleistocene inferiore); un aggiornato apparato didattico illustra due lontane e importanti tappe della storia del territorio di Corciano.

La sezione preistorica e protostorica, costituta principalmente da manufatti litici raccolti in varie località della regione, offre un interessante quadro dell’Umbria dal Paleolitico superiore all’età del Ferro. Due vasi cinerari risalenti a quest’ultima fase testimoniano la diffusione nel territorio compreso tra Perugia e il lago Trasimeno della cultura villanoviana.

La sezione dedicata all’archeologia classica si apre con le ricostruzioni di due carri principeschi rinvenuti nell’aprile del 1812 nei pressi di San Mariano e  risalente al VI secolo a. C. Segue la parte dedicata ai santuari, semplici recinti o altari realizzati lungo le principali vie di comunicazione oppure sulla sommità di rilievi, dedicati alle divinità protettrici della salute del corpo, della fecondità, del benessere e degli allevamenti. L’età ellenistica è rappresentata dai materiali provenienti dalle necropoli etrusche di Strozzacapponi e di Fosso Rigo, illustrate con l’ausilio di ricostruzioni a grandezza naturale di alcune sepolture dove i materiali di corredo sono stati collocati nella posizione originaria. Chiude la sezione un interessante nucleo di oggetti di età romana, rappresentati dai materiali della villa romana di Palazzo Grande e dai corredi di due tombe “alla cappuccina” scoperte nella zona.

virtual tour