Chiesa di San Sebastiano

Autentico gioiello del territorio, la Chiesa di San Sebastiano custodisce al suo interno due importanti affreschi, “Il martirio di San Sebastiano” (1505) del Perugino e “La Madonna in trono con angeli musicanti” attribuito a Raffaello nel 2005 dal prof. Elvio Lunghi. Ancora una volta il paesaggio del lago Trasimeno è protagonista in un’opera d’arte, nel Martirio di San Sebastiano infatti il panorama che si gode da Panicale è riprodotto quasi come in uno scatto fotografico sullo sfondo dell’affresco.

L'affresco strappato, attribuito all'allievo del Vannucci, il giovane Raffaello, proviene dalla Chiesa di Sant'Agostino (sede del Museo del tulle) e colpisce per la bellezza compositiva e il tema musicale, amplificato grazie alla riproduzione dei quattro strumenti musicali raffigurati, collocati in una teca accanto all'opera.