Torre dell'Orologio

La Torre dell'Orologio fu costruita nel XIII secolo e fa parte di un ampliamento successivo del nucleo originario della Rocca di Passignano che risale al IX. Molto probabilmente questa nuova torre rivestiva la funzione di mastio, ossia di ultima difesa in caso di attacco. Rispetto alle altre strutture il mastio si caratterizzava generalmente per la maggiore altezza della sua torre rispetto alle altre e per non essere munito di un accesso diretto. Infatti, per raggiungerlo bisognava attraversare alcune aree dell'edificio esposte al fuoco proveniente dalle feritoie del mastio stesso.
Pur non essendo progettato come residenza stabile, poteva essere abitato in caso di necessità. Nel caso di Passignano la sua preminenza rispetto alle altri torri era in parte inficiata dal trovarsi in posizione inferiore rispetto alla Rocca. Il suo aspetto attuale è frutto dei rimaneggiamenti successivi, il principale dei quali è l'apposizione del grande orologio, da dove la torre prende il nome che con i suoi rintocchi scandisce la vita del paese.